Montallegro (C.A.P. 92010) dista 27 Km. da Agrigento (Valle dei Templi), alla cui provincia appartiene.

Il comune conta 3.551 abitanti e ha una superficie di 2.735 ettari per una densità abitativa di 130 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare, posta a 100 metri sopra il livello del mare (Bovo Marina) il quale dista 4km dal centro cittadino.

Paese prevalentemente agricolo, Montallegro vanta una cospicua produzione di mandorle, uva e olive.

In origine il nome del primo nucleo abitato era Angiò poichè sorgeva su un'altura (l'attuale Monte Suso) tra Cattolica e Siculiana.

Intorno al 1600, a causa della forte mancanza d'acqua, il borgo venne abbandonato e il centro fu spostato nella pianura sottostante.

Nel tempo esso appartenne dapprima al signore Nicolò Montaperto, che gli diede l'attuale nome di Montallegro, quindi venne acquisito dal principe di Castiglione.

Nel 1663 il feudo passò sotto il dominio dei Principi della Petrulla che ottennero la "licentia populandi" dal re Filippo III.

In seguito pervenne alla nobile famiglia Gioieni, col titolo di duchi, e a essa rimase sino all'abolizione dei diritti feudali.

Cosa vedere : Monte Suso (ruderi dell’antico borgo), Laghetto Gorgo; spiaggia di Bovo Marina. Nel settore dei monumenti di notevole interesse architettonico è la Chiesa Madre dedicata a S. Maria della Catena eretta nel XVII secolo e i ruderi dell'antico borgo, ai quali si può accedere attraverso una lunga scalinata scavata nella roccia.

Cosa gustare: piatti tipici, soprattutto a base di pesce, fra cui la rinomata pasta con le sarde.

Bovo Marina
La splendida baia di Bovo Marina, dal mare azzurro e cristallino, è caratterizzata da una chilometrica spiaggia di sabbia finissima, che si congiunge alla spiaggia di Eraclea sotto lo sperone roccioso di Capo Bianco.